Messaggi Popolari

Scelta Del Redattore - 2019

Riscaldamento domestico a gas liquefatto

Il riscaldamento a gas è attualmente il più vantaggioso e conveniente per l'utente, ma in alcune situazioni è necessario pensare all'uso di altre fonti di energia.

Tipicamente, tali problemi sorgono in cottage e cottage estivi, privati ​​del gasdotto principale. Ponendo un nuovo ramo della pipeline, la sua connessione è piuttosto costosa e in genere richiede molto tempo.
Di fronte al problema della mancanza di un gasdotto, vale la pena considerare la possibilità di organizzare un sistema di riscaldamento del gas idrocarburo liquido (GPL) - un sottoprodotto della produzione di petrolio e gas naturale, i cui componenti principali sono gli idrocarburi pesanti: propano e butano. In conformità con GOST 20448-90 "Gas combustibili idrocarburi liquefatti per uso domestico Condizioni tecniche", la concentrazione di propano nella miscela è di circa il 75%.
L'opzione di alimentazione proposta conserva tutti i principali vantaggi del riscaldamento con il gas principale. Allo stesso tempo, i costi operativi sono inferiori del 30-40% rispetto ai casi di utilizzo di elettricità o gasolio per il riscaldamento (vedere la tabella). I costi iniziali di dotare il cottage con l'attrezzatura necessaria (serbatoi, valvole, caldaia, ecc.), La sua installazione, la registrazione dell'oggetto negli organi di supervisione tecnica sono stimati in circa 300 mila rubli.
La possibilità di selezionare le società che forniscono gas liquefatto consente al consumatore di controllare il costo del riscaldamento e di essere protetto da un forte aumento del costo delle fonti energetiche tradizionali monopolizzate.
La maggior parte dei modelli di moderne apparecchiature per il riscaldamento a gas suggeriscono la possibilità di lavorare su gas liquefatto. La struttura del sistema di riscaldamento per GPL comprende inoltre serbatoi (supporti per gas), regolatori di pressione del gas, valvole di sicurezza e di scarico di sicurezza, strumentazione per il controllo della pressione e del livello del GPL nel serbatoio, valvole di intercettazione e condotte delle fasi liquida e vapore. Se il progetto prevede la presenza di impianti di evaporazione, sarà richiesto un numero di dispositivi per garantire il loro funzionamento.
Per lo stoccaggio di gas liquefatto vengono utilizzati serbatoi con un volume fino a 50 m3. Il volume e il tipo di serbatoio per un determinato oggetto sono determinati in base all'area riscaldata (consumo di gas). Quindi, la capacità di stoccaggio di 5 e 9 m3 è adatta per case dotate di caldaie con una capacità di 50 e 80 kW, rispettivamente.
Ci sono due opzioni per posizionare i porta-gas: terra e sotterraneo. La scelta tra loro è fatta sulla base di condizioni specifiche.
Nei paesi dell'Europa occidentale, dove l'approvvigionamento di gas autonomo delle singole case è ampiamente distribuito, la responsabilità per la sicurezza di funzionamento dell'impianto è posta direttamente sul consumatore; la certificazione garantisce il funzionamento stabile del serbatoio per 20 anni, dopo di che viene sostituito, indipendentemente dallo stato, con uno nuovo. L'esperienza nell'utilizzo del GPL per il riscaldamento, un alto livello di tecnologia e la cultura dell'utente consentono agli europei di non imporre severe restrizioni al posizionamento di serbatoi di gas liquefatto, collocandoli in prossimità della casa e, ad esempio, anche nei garage.

Sebbene le attrezzature che offriamo (importate o prodotte in Russia secondo le tecnologie occidentali) siano conformi agli standard di qualità europei, esistono severe restrizioni sulla posizione dei proprietari di gas per quanto riguarda edifici residenziali, autostrade, linee elettriche, altre strutture e comunicazioni nel nostro paese.
Pertanto, i serbatoi di terra con un volume di 5 m3 dovrebbero trovarsi a non più di 20 m dagli edifici residenziali, a 5 m dalle strutture a terra e dalle utenze, a 10 m dalle autostrade. Tuttavia, quando si installa un serbatoio sotterraneo dello stesso volume, le distanze consentite sono ridotte: all'oggetto riscaldante e alle strade - due volte (10 e 5 m, rispettivamente).
Il regolamento richiede che il serbatoio sotterraneo sia sepolto sotto il livello di congelamento. Tuttavia, le valvole, che sono dotate di un serbatoio di gas, devono essere accessibili e posizionate sulla superficie. Pertanto, tutti i serbatoi sotterranei forniscono un collo allungato.
I serbatoi sotterranei in acciaio sono rivestiti con resina epossidica e le cisterne sono dotate di protezione elettromagnetica anodica-catodica contro la corrosione. La protezione consiste in un elemento anodo magnesico, un'unità di misura e un cavo capacitivo.
Le installazioni del serbatoio di terra dovrebbero avere una recinzione ventilata di materiali non combustibili con un'altezza di almeno 1,6 M. La distanza dai serbatoi alla recinzione dovrebbe essere di almeno 1 m, e dalla recinzione al bordo esterno di un terrapieno chiuso o muro di recinzione fatto di materiali non combustibili - non inferiore a 0,7 m.
Conformemente a SNiP 42-01-2002 "Sistemi di distribuzione del gas", il numero di serbatoi nell'impianto dovrebbe essere almeno due, ma per l'uso nel settore privato, tenendo conto delle specifiche delle modalità di consumo del gas (sono consentite interruzioni temporanee), è consentita l'installazione di un distributore di gas.
Per un gruppo congiunto di serbatoi, essi devono essere interconnessi mediante condotte della fase vapore, in cui sono necessari dispositivi di scollegamento (sul gasdotto in fase vapore che collega i serbatoi sotterranei, un dispositivo di disconnessione deve essere installato tra gruppi di serbatoi ad un'altezza di almeno 0,5 m dal suolo).
Il codice di regole per la progettazione e la costruzione di SP 42-101-2003 "Disposizioni generali per la progettazione e la costruzione di sistemi di distribuzione del gas di tubi in metallo e polietilene" consente di calcolare le prestazioni del serbatoio GPL in base a nomogrammi speciali tenendo conto del volume dei serbatoi, della loro quantità e riempimento, nonché del consumo orario di gas per edifici residenziali.
I serbatoi possono essere in esecuzione verticale e orizzontale. A parità di tutte le altre condizioni, è preferibile la seconda disposizione: tali serbatoi di gas sono in grado di fornire un maggiore consumo di gas, poiché la superficie dell'evaporazione del gas in questo caso è maggiore rispetto a quella dei serbatoi verticali dello stesso volume. Non deve essere riempito più dell'85% del volume geometrico del serbatoio.
Con un piccolo consumo di gas (ad esempio, nel caso di riscaldamento di convettori di gas di una casa di campagna) è possibile immagazzinare gas in bombole, le cui restrizioni sul posizionamento non sono così significative.
Gli impianti di palloni individuali (costituiti da 1-2 cilindri) possono essere collocati sia all'esterno che all'interno degli edifici.
I serbatoi di stoccaggio a palloncino GPL possono essere installati sulle pareti di edifici di almeno III grado di resistenza al fuoco con una capacità totale massima di 600 litri.
L'installazione di bombole di GPL in salotti e corridoi, scantinati e scantinati, in soffitte, in stanze prive di luce naturale, dalle facciate degli edifici principali non è consentita.
Non sono consentite più di tre installazioni di palloncini a una distanza di almeno 15 m l'una dall'altra nei pressi di un edificio residenziale.
Come parte del gruppo, l'installazione del cilindro deve includere valvole, regolatore di pressione del gas, valvola di sicurezza, che mostra il manometro e le condutture di alta e bassa pressione. Il numero di cilindri in un'installazione di gruppo deve essere determinato mediante calcolo.
Serbatoi di diversi tipi hanno una diversa capacità di produrre fase di vapore di gas a causa dell'evaporazione naturale. Maggiore è la superficie di evaporazione, maggiore è questa capacità. L'evaporazione naturale del GPL deve creare la necessaria pressione di fase del vapore prima del bruciatore.Se si desidera aumentare la capacità del sistema di riscaldamento, è necessario aumentare il volume del serbatoio o installare un evaporatore.
Le unità di evaporazione convertono la fase liquida di propano-butano ad alta pressione (1-16 bar) in una fase di vapore a bassa pressione (30-70 mbar), pronta per essere alimentata al bruciatore, garantendo una fornitura affidabile e ininterrotta della fase di vapore del prodotto al bruciatore per quasi tutte le composizioni gas e qualsiasi temperatura.
Le unità di evaporazione sono suddivise in flusso e capacitivo. Il primo fornisce una fase di vapore di composizione costante in speciali scambiatori di calore. Nel secondo caso, l'evaporazione viene effettuata direttamente nei serbatoi di alimentazione mediante appositi riscaldatori ad immersione (rigassificatori).
Il modo più semplice e conveniente per organizzare l'evaporazione in condizioni di riscaldamento autonomo è avviare un ulteriore circuito di acqua calda attraverso l'evaporatore.
Si consigliano installazioni di evaporazione fluente e capacitiva per fornire serbatoi sotterranei. L'uso di impianti di evaporazione e con serbatoi fuori terra è consentito, soggetto all'applicazione di un adeguato isolamento termico sulla loro superficie esterna. Quando il GPL viene evaporato direttamente in serbatoi sotterranei mediante i rigassificatori, è necessario fornire un sistema di protezione automatico contro la riduzione del livello di fase liquida nel serbatoio al di sotto del minimo consentito, nonché dall'innalzamento della temperatura della fase liquida nel serbatoio rispetto alla temperatura del terreno circostante oltre il valore consentito.
Durante il funzionamento degli elementi dell'impianto dell'evaporatore, compresi il regolatore di pressione, la valvola di intercettazione di sicurezza e le tubazioni, vengono prese misure per impedire la formazione di condensa e idrati cristallini. Se utilizzato in installazioni evaporative come un vettore di calore per acqua calda o vapore proveniente da reti di calore, è necessario adottare misure per eliminare la possibilità che il GPL entri nelle reti di calore.
Le apparecchiature utilizzate negli evaporatori elettrici devono essere a prova di esplosione. È necessario garantire l'attivazione automatica dei riscaldatori elettrici dopo interruzioni temporanee di corrente. Negli impianti elettrici ad evaporazione istantanea con refrigerante intermedio (antigelo) è necessario un sistema di protezione contro un aumento della temperatura di antigelo superiore al valore consentito, evitando che si raffreddi e brucino le resistenze elettriche.
Le unità di evaporazione si trovano in un armadio in acciaio con dispositivi di controllo e monitoraggio. Gli evaporatori liquidi sono dotati di un termostato per il controllo della temperatura del gas, un sensore di controllo del liquido, elettrovalvole all'ingresso della fase liquida, valvole di sicurezza nella fase gas, apparecchiature di controllo della pressione, valvole a sfera. Il pacchetto dell'evaporatore con riscaldamento elettrico comprende valvole a sfera e di sicurezza, trappole di sporco, regolatori di pressione.
Spesso, l'approvvigionamento di gas autonomo è utilizzato come partenza o riserva. La pressione nelle condotte remote durante la stagione di riscaldamento può diminuire, minacciando di fermare le caldaie. La soluzione al problema è l'uso di miscelatori e sistemi combinati che consentono il funzionamento ininterrotto di apparecchiature che consumano gas in caso di caduta di pressione nelle tubazioni e una transizione verso un'alimentazione alternativa - gas liquefatto senza alcuna alterazione dei dispositivi a gas.
In Russia, l'uso di sistemi autonomi di approvvigionamento di gas sta appena iniziando a guadagnare slancio industriale ed economico. Pertanto, il mercato delle attrezzature è rappresentato principalmente da prodotti di società europee come FAS (Germania), Walter Tosto Serbatoi (Italia), DeltaGaz (Repubblica Ceca).Sul territorio della Russia, ci sono aziende che sono rappresentanti ufficiali di organizzazioni straniere coinvolte nella progettazione, assemblaggio, installazione, manutenzione di emergenza e registrazione di oggetti nelle autorità di vigilanza.
I sistemi di approvvigionamento di gas autonomi per il GPL sono ampiamente utilizzati all'estero grazie alla loro elevata efficienza. Gran parte delle case di campagna in Europa e in America sono riscaldate in questo modo. La metà del volume di tutto il GPL usato in Europa è destinato al riscaldamento (dato che il carburante per le auto utilizza solo il 10%).
AQUA-TERM LUGLIO-AGOSTO n. 4 (38) 2007

Guarda il video: Ogrzewanie domu gazem ze zbiornika koszty, Ogrzewanie gazowe #57 (Luglio 2019).

Lascia Il Tuo Commento