Messaggi Popolari

Scelta Del Redattore - 2019

Giardino pensile giapponese

Lo stilista giapponese ha ideato una bellissima soluzione paesaggistica che illustra vividamente che un bellissimo giardino può essere creato ovunque - sia esso il tetto di una casa di campagna o di un edificio pubblico.

Il Giappone non può vantare vaste aree di terra libera. E oltre a questo, la nazione è incline al minimalismo e alla brevità. Non a caso, è stato il designer giapponese ad avere l'idea di rompere un vero parco sul tetto dell'edificio della Royal Society of Gardeners. E anche se oggi non sorprenderete nessuno con tetti e pareti "verdi", tuttavia questo giardino si differenzia da tutti gli analoghi già noti.

La sua ideazione Kazuyuki Ishihara chiamò Midori no Tobira, che si traduce dal giapponese come "porta verde". Secondo il progettista, il suo compito principale era quello di creare un giardino simile, camminando lungo il quale, una persona non si sarebbe nemmeno ricordata che stava camminando sul tetto di un edificio della città. Ogni visitatore di questo miracolo artificiale dell'arte del paesaggio dovrebbe avere l'impressione di trovarsi in un paradiso naturale.

Gli elementi principali del parco sono tradizionali per i paesaggi giapponesi come bonsai, aceri e muschio. Allo stesso tempo, il tetto della casa è un luogo dove non tutte le piante si sentiranno a loro agio. Pochi impianti possono sopravvivere sotto la luce diretta del sole e venti costanti che asciugano il terreno. Pertanto, Ishihara ha usato diversi trucchi per proteggere i fiori, le erbe e gli alberi.

Il giardino giapponese è costruito secondo il principio della casa: ci sono muri di ghiaia, porte con finestre e persino un tetto. Pareti e porte non lasciano vagare i venti qui. Il baldacchino protegge le piante più tenere dal sole.

Pino mugo, coltivato nella tecnica del bonsai, diverse specie di calamo, euonymus, aceri, ophiopogon, pahizandr, cenere di montagna - questo non è un elenco completo di "abitanti" locali. Forse una delle principali attrazioni della "Porta Verde" è una vera cascata. Solo piccolo come tutto il resto. Sotto il tetto, il progettista ha collocato un altro punto d'acqua: un piccolo laghetto, vicino al quale si trovano comodamente le piante amanti dell'acqua.

Non senza una pietra naturale qui. I blocchi di pietra sono usati per creare letti rialzati, le lastre con il muschio germogliato attraverso le cuciture sono pavimentate con passerelle, le composizioni paesaggistiche sono decorate con ciottoli e i serbatoi d'acqua sono decorati con ciottoli.

Il suo parco Ishihara creato appositamente per la mostra di fiori, che si è tenuta quest'anno a Chelsea. E il lavoro del maestro ha ricevuto una meritata ricompensa: un premio d'oro per il miglior giardino naturale.

Guarda il video: Firenze giardino giapponese (Dicembre 2019).

Загрузка...

Lascia Il Tuo Commento